-OBERLAND BERNESE Scialp. Aprile- Maggio 2018 a richiesta. 700€/min.4 pers.600€/min.6 pers.


Il Berner Oberland, nella Jungfrau Region, è una vasta area di alta montagna che si trova nelle Alpi svizzere subito a nord del più noto Vallese. I suoi enormi ghiacciai lo rendono particolarmente interessante per lo scialpinista, così come le sue maestose cime.

Konkordiaplatz

Verso l'Hollandia Huette
Jungfrau, Monch ed Eiger costituiscono una triade d’impareggiabile bellezza ed imponenza e proprio sotto le loro incredibili pareti nord inizia l’itinerario che propongo. Le montagne del Berner Oberland furono tra le prima vette delle Alpi Svizzere ad essere salite. La cronaca alpinistica registrò le seguenti prime ascensioni: anno 1811 Jungfrau, 1857 Moench e 1858 Eiger.
Le cime di questo gruppo, posto a cavallo tra il Cantone di Berna e quello del Vallese, che superano i 4000 m. sono dieci, e non lo scrivo per mero “collezionismo” alpino, ma per sottolineare la maestosità dell’ ambiente in cui si snoda l'itinerario.
Nessun gruppo alpino presenta l’ isolamento del Berner Oberland. Infatti per accedere al cuore di questo enorme “altipiano” glaciale, gli accessi sono tutti complessi ed assai lunghi.
Versanti ricoperti da ghiacciai che formano impressionanti seraccate, pareti immense (la nord dell’ Eiger su tutte) e distese glaciali dal sapore “polare”, vista la loro vastità, si aprono a ventaglio dinanzi agli occhi dell’ alpinista, senza lasciare intravedere presenza umana come raramente accade sulle Alpi.
Dal 1912 però, accedere ai 3475 m. del Jungfraujoch è divenuto molto facile grazie all’ ardita ferrovia che da Interlaken sale attraverso il cuore dell’ Eiger e del Moench in poco più di due ore. Ma state tranquilli… isolamento ed alta quota sono rimasti quelli di sempre, infatti appena lasciato il tunnel dell’ incredibile Jungfraubahnen dove si affollano turisti d' ogni sorta, si mette piedi sul più esteso ghiacciaio delle Alpi: l’ Aletschgletscher di ben 25 km. di lunghezza! Comunque (anche per gli alpinisti) l’ escursione del tutto turistica che con il treno a cremagliera conduce al Jungfraujoch, vale quasi da sola il viaggio. Le finestre sulla nord dell’ Eiger, le lunghe gallerie nel cuore delle montagne ed i ripidissimi ed esposti tratti superati dalle piccole locomotive elettriche, rappresentano un elemento di notevole interesse (anche se ferroviario) per ogni visitatore.
Chi volesse approfondire l’ appassionate tema delle ferrovie della Jungfrau, alla cui costruzione parteciparono moltissimi operai emigranti italiani, può cliccare www.jungfraubahn.ch  e… buon viaggio!
Impegno
 itinerario difficile (BSA/OSA) per scialpinisti esperti ed allenati
Paese: Svizzera. Altitudine: 2850 m – 4048 m
Tipo: Sci alpinismo Accompagnamento: guida alpina UIAGM
Durata: 4 gg. Pernottamenti: rifugi
da marzo a maggio 

Programma Giornaliero indicativo
Saranno possibili variazioni dovute alle condizioni di sicurezza del manto nevoso, del tempo e alle capacità dei partecipanti, a giudizio della guida alpina.

1. ritrovo a Goppenstein FF.SS. (ca. 30 min. d’auto da BRIGA raggiungibile dall’Italia attraverso il Passo del Sempione) alle ore 10.00 ! Trasferimento in treno a Interlaken Ost via Spiez. Cambio di treno e salita con lo stesso mezzo fino a Jungfraujoch m. 3458. Con le pelli di foca in ca. 40 min. si raggiunge il Rif. Monchjoch a 3620 m. Rifugio HB

2. salita del Gross Fischerhorn 4048 m. e discesa al Rif. Finsteraarhorn a 3048 m. Rifugio HB

3. salita al Grunegghorn 3860 m. e discesa al Rif. Konkordia a 2850 m. Oppure salita del Finsteraarhorn, discesa al rifugio omonimo salita al Grunegghornlucke e discesa al Rif. Konkordia.  Rifugio HB
Discesa dall'Ebneflu

4. salita all’Ebneflu 3962 m. e discesa al Rif. Hollandia e poi fino a Blatten 1540 m.  Da qui in bus a Goppenstein dove abbiamo lasciato l’auto, e quindi nuovamente in Italia.
HB= Mezza Pensione

Varie
- munirsi di documento d’ identità valido e tessera CAI, chi ne è socio.
- portare una piccola scorta di cibi energetici.
Equipaggiamento personale
- ARtVA, pala e sonda, picozza, ramponi - sci, attacchi (con rampant), scarponi e pelli di foca (in ottime condizioni di colla!) per scialpinismo -imbragatura+2 moschettoni a ghiera+cordino kevlar di 2mt.- zaino di capacità di almeno 40 lt. - giaccavento impermeabile e non imbottita, pile pesante, indumenti termici a pelle - cappello, crema, guanti (2 paia), occhiali da sole e maschera -ricambi intimo, materiale da toeletta essenziale - borraccia (o thermos), coltellino milleusi.


La quota comprende
 Guida Alpina e tutte le sue spese, 3x½ pensione in rifugio, treno della Jungfrau (Interlaken-Jungfraujoch), bus Blatten-Goppenstein.
Non comprende

 Il treno da Goppenstein a Interlaken Ost via Spiez (ca. 1 ora di treno), il vitto durante il giorno (provvedere personalmente con viveri a piacere, comunque nei rifugi è possibile acquistare quanto serve) tutto quanto non specificato in “La quota comprende”.