NEPAL. Trek al Campo Base dell'EVEREST con salita al Kalapathar 5637m. NOVEMBRE 2021 (data da confermare) Costo/pers. 2950€+volo

Uno dei più rinomati trek del pianeta, in realtà, altro non è che una bella scusa per visitare un luogo dalle mille sfaccettature e interessi. Infatti un viaggio in Nepal non si limita alle montagne, sicuramente notevoli perché le più elevate al mondo, ma passa attraverso gli odori di Kathmandu e le sue genti, le atmosfere dei villaggi dove sembra che il tempo si sia fermato, e soprattutto dalla cordialità degli Sherpas e delle loro abitudini e cultura.
Tommaso e l'Everest dalla cima del Kalapathar

Un viaggio che va molto al di là del semplice camminare con lo zaino in spalla.
Nonostante lo abbia percorso decine di volte non mi ha mai stancato perché ogni volta vi ho trovato un nuovo spunto, qualcosa che mi era sfuggita e che ritrovatala si aggiungeva ad altre ancora da scoprire…
Alcuni dicono che sia banalizzato dall’alta frequentazione, ma quando si lascia Namche Bazaar (dopo il 3°giorno) si incontrano solo trekkers come noi, gente appassionata che arriva da ogni parte del mondo e sinceramente neppure così numerosa. Sfilare sotto l’Ama Dablam sovrastati dal Tawoche, dal Kwangde e dal Kangtega con il Lothse sullo sfondo è una sensazione che si può provare soltanto qui e negli ultimi km appaiono il Pumori, il Nupste e alla fine il Sagarmatha o Everest. 
Camminando sotto al Nupste 7980m

Le genti cordiali e l’accoglienza dei lodges di fondovalle danno poi l’opportunità di condividere con i locali le nostre esperienze. Le montagne più alte della Terra sono sempre sullo sfondo e neppure troppo lontane!
“In cima” al nostro camminare c’è la vetta del Kalapathar un belvedere unico che si raggiunge a piedi su un normale sentiero che sembra finire proprio in cielo.
Siate pronti a meravigliarvi!
Sui sentieri del Khumbu
Trek indicato a buoni camminatori. Pernottamenti in lodges in camere doppie. Si cammina con zainetto da giornata sempre su buon sentiero.
Le tappe prevedono il buon acclimatamento alla quota di ogni partecipante e sono quelle che ho così percorso da decenni.
Non serve avere precedenti esperienze di alta quota ma è importante essere sani e non avere patologie che sconsiglino l’esposizione alla quota. Chiedere informazioni se si hanno dubbi.
Il passaporto deve avere validità di almeno 6 mesi.
Fuso orario: h3,45 in meno rispetto all’Italia.
Moneta: Rupia nepalese (NRs) ma portiamo € con noi da cambiare sul posto.

Visto: costo a parte di 25USD da pagare all’arrivo. Il visto si fa in aeroporto all’arr. a KTM con la mia assistenza.

Dopo il terremoto dell'Aprile 2015 sono  tornato in Nepal nel mese di Agosto dello stesso anno. I danni nella capitale erano sicuramente evidenti (anche se meno devastanti di quello che mi aspettavo) ma ho ancor più notato l'operosità della popolazione (aiutata da molti enti e persone stranieri) desiderosa di ricostruire quello che è andato distrutto. Il Nepal e le sue genti HANNO ESTREMO BISOGNO del turismo, quindi viaggiare a Kathmandu è oggi anche un consistente contributo a queste genti meravigliose. Dopo un viaggio in Nepal ci si ammala della voglia di tornarci e questo è grazie alle sue genti sorridenti, operose e disponibili. E poi ci sono le montagne!

Programma giornaliero (possono esservi variazioni dovute a cause di sicurezza, meteo o altro)

1g
ITALIA – KATHMANDU
2g
Shadus a Kathmandu
Arrivo a Kathmandu, disbrigo delle formalità burocratiche. Incontro con il personale dell’organizzazione locale e trasferimento privato in albergo. Resto della giornata libera per visite culturali. Pasti liberi. Pernottamento in hotel.
3g
KATHMANDU – LUKLA (2.840 m.) – PHAKDING (2.610 m.) (B/L/D)
Di primo mattino, trasferimento all’aeroporto ed imbarco sul volo per Lukla (40 minuti circa). Arrivo a Lukla, colazione e visita del monastero di Lukla. Accordi con i portatori e lo staff locale che ci seguirà durante tutto il trek. Successivamente trek per Phakding dove si pernotta. (3 ore circa, dislivello –230 m.).
4g
PHAKDING (2.610 m.) - NAMCHE BAZAAR (3.440 m.) (B/L/D)
Trek per il centro più importante della valle del Khumbu. Il sentiero si snoda lungo la valle del Khumbu, attraversando più volte il fiume Dudh Koshi su spettacolari ponti sospesi. Dopo Monjo, dove si trova la porta d’ingresso al Parco Nazionale del Sagarmatha, il sentiero prende a salire decisamente fino a raggiungere i 3.440 metri di Namche Bazaar. (6 ore circa, dislivello 830 m.). Pernottamento nel confortevole Sherpa Land Hotel (camere con bagno).   
5g
NAMCHE BAZAAR – KHUNDE (3.840 m.) – KHUMJUNG (3.780 m.) – NAMCHE (B/L/D)
Ponte sospeso di Namche
Giornata di indispensabile acclimatamento nei dintorni di Namche. Con bel percorso panoramico, ci si alza di 400 metri per raggiungere i vicini villaggi di Khunde e Khumjung, ai piedi della sacra montagna Khumbi Yul Lha, protettrice della valle del Khumbu e dimora dello Yeti. Si visitano il monastero di Khunde ed il suo piccolo, ma attrezzato ospedale, fondato nel 1966 grazie all’Himalayan Trust, ente creato da Sir Edmund Hillary e gestito da E. Hawley. Nell’adiacente villaggio di Khumjung lo stesso Himalayn Trust ha dato vita alla scuola primaria che ospita bimbi di entrambi i villaggi. Si ridiscende per la notte a Namche Bazaar. Pernottamento in Sherpa Land Hotel .
6g
Lama tibetani in un monastero buddista nella valle del Khumbu
NAMCHE B. (4.440 m.) - TENGBOCHE (3.880 m.) (B/L/D)
Si percorre la valle del Khumbu fino a scendere sul Dudh Koshi per poi risalire sul fianco della collina fino a Tengboche. Qui si trova il monastero più importante di tutta la valle e tra i principale del buddismo tibetano e qui, due volte l’anno, ha luogo il Mani Rimdu, uno dei festival buddisti più importanti in assoluto. Il monastero è stato ricostruito nel 1990, dopo che un incendio lo aveva completamente distrutto. La vista si apre ancor più sulla valle del Kumbhu e le sue cime maestose. Pernottamento in lodge.
7g
TENGBOCHE (3.880 m.) - PHERICHE (4.400 m.) (B/L/D)
Da Tengboche si oltrepassa Pangboche, sovrastata dalla bellissima silhouette dell’Ama Dablam e si sale verso Pheriche. Il villaggio è posto in una bella piana con vegetazione ormai rada e bassissima. Durante la tappa ci si accorge di entrare in zona d’alta montagna che presenta clima e caratteristiche geografiche diverse. Pernottamento in lodge.
8g
PHERICHE (4.400 m.) – LOBUCHE (5.010 m) – GORAK SHEP (5.100 m) (B/L/D)
Il sentiero risale in maniera inizialmente abbastanza ripida la valle del ghiacciaio del Sagarmatha e raggiunge Lobuche (5.010), ultimo villaggio vero e proprio della Valle del Khumbu. Sosta per il pranzo e proseguimento per Gorak Shep, dove si giunge nel pomeriggio avanzato dopo avere attraversato le morene dell’immenso ghiacciao di Khumbu.. Pernottamento in lodge.
9g
GORAK SHEP (5.100 m) – CAMPO BASE EVEREST (5.300 m) - GORAK SHEP (5.100 m) (B/L/D)
Everest 8850m e Nuptse 7965m.da Gorak Shep
Giornata di visita del celeberrimo campo base dell’Everest. Nonostante la piccola differenza di altitudine, il percorso si svolge prima sulla morena laterale del ghiacciaio del Khumbu e quindi sul ghiacciaio stesso con parecchi su e giù, risultando così piuttosto faticoso (3,30 h circa). In compenso l’avvicinarsi al campo e soprattutto all’incredibile Icefall, regala emozioni intense. Rientro a Gorak Shep. Pernottamento in lodge.
10g
salita del KALAPATTAR (5.545 m) (B/L/D)
Di primissima mattina partenza per la salita del Kalapattar, magnifico balcone su Everest, Nuptse e Lhotse. Discesa e trek fino a Lobuche. Pernottamento in lodge.                 
11g
LOBUCHE (5.100 m) – DEBOCHE (3.820 m) (B/L/D)
Tranquilla discesa verso la bellissima foresta che ospita Deboche. Qui è ancora attivo un piccolo, splendido monastero femminile che è possibile visitare. L’atmosfera è tranquilla rilassante. Il percorso in discesa è ovviamente più veloce di quello in salita (oltre a essrere in discesa non serve più acclimatarsi) e le tappe sono lievemente diverse per visitare luoghi non visti all’andata. Pernottamento in lodge.
12g
DEBOCHE (3.820 m) – NAMCHE B. (3.440 m) (B/L/D)
Da Tengboche si scende verso il Dudh Koshi, per poi risalire in direzione di Namche Bazaar, dove si pernotta nuovamente allo Sherpa Land Hotel.
13g
NAMCHE (3.440 m) – LUKLA (2.840 m) (B/L/D)
Giornata iintera dedicata al trek di rientro a Lukla. Cena e pernottamento in lodge.
14g
LUKLA - KATHMANDU (B/-/-)
Di prima mattina si vola su Kathmandu. Arrivo, trasferimento e sistemazione in albergo. Resto della giornata libera. Pasti liberi. Pernottamento.
15g
KATHMANDU (B/-/-)
Prima colazione. Giornata per visite culturali della città e dei suoi dintorni. Questa giornata serve anche come riserva per il trek. Pasti liberi. Pernottamento.
16g
KATHMANDU - ITALIA (B/-/-)
Isa e Maddy a Swayanbunath
Prima colazione. Giornata a disposizione per relax o per escursioni facoltative (le camere dovranno essere lasciate come da normale orario di check – out). Nel pomeriggio, in tempo utile, trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia.
NOTA: Comunque questi orari dipenderanno dal volo aereo prescelto ed in alcuni casi si parte da Kathmandù la mattina per arrivare la sera dello stesso giorno in Italia.
17g
Arrivo in Italia. Dipendendo dal volo prescelto. Ved. 16g.
PASTI: B=prima colazione   L=pranzo   D=cena
-DATE e (possono esservi variazioni di +0- 1 giorno in base ai voli aerei scelti)
 Quota di partecipazione: vedi titolo

La quota include

-Guida Alpina UIAGM/IFMGA dall’Italia e tutte le sue spese (incl. volo internaz.)
- Tutti i transfer aeroportuali privati come da programma.
-Polizza di viaggio medico-bagaglio (solo se il volo aereo viene acquistato presso il mio Tour Operator    di fiducia)
- 3 notti  Hotel  Holy Himalaya** a Kathmandu, camera doppia, bed and breakfast, come da      programma.
- Volo Kathmandu-Lukla  A/R.
- Tassa d’ingresso al Sagarmatha National Park.
- Tims, permesso di trekking
- Sistemazione in lodge per tutta la durata del trek,
-Pensione complete in camera doppia ( Colazione, Pranzo e Cena) escluso le bevande durante tutto il  trek
- 3 notti al Hotel Sherpaland in Namche Bazar (Camera con bagno) Camera doppia, pensione completa   escluso le bevande
- Portatori per equipaggiamento personale (1 portatore a testa, 25 kg max).
- Guida locale Sherpa parlante inglese
-Assicurazione per la Guida Sherpa, aiutanti e i Portatori (ATTENZIONE: questa è una voce molto importante che spesso agenzie  poco serie tralasciano volutamente per risparmiare)
-Tasse aereoportuali per voli domestici in Nepal
- Cena culturale a fine viaggio.

La quota non include

- Volo internazionale Italia-Kathmandu A/R (acquistabile c/o mio Tour Operator di fiducia o anche individualmente)
- Sacco a pelo* ed attrezzatura personale (**serve abbigliamento normale da trek)
- Visto nepalese ottenibile all'arrivo all'aeroporto di Kathmandu (25 US$) per 15 giorni .
- Polizza annulamento del viaggio (costa ca. il 3% del totale pacchetto-viaggio. Chiedere info se volete stipularla)
- Tutti i pasti ed eventuali notti extra a Kathmandu.
- Ingressi a monasteri e/o musei.
- Bevande, mance, tutti gli extra in genere.
- Tutto quanto non espressamente menzionato in “La quota comprende”.

*sacco a pelo: deve avere temp. comfort -8/-10 °C. Si può acquistare a ottimo prezzo anche a Kathmandu.
** all’abbigliamento che normalmente usate per il trekking sulle Alpi è meglio aggiungere una giacca imbottita (piumino). Il bagaglio da stiva per il volo aereo va messo in un borsone robusto che sarà poi affidato ai portatori. Uno zainetto da 25/35 lt. Servirà come bagaglio a mano sui voli e per il trek.
Marta Trucco intervista Elizabeth Hawley a casa sua a Kathmandu.
Trovate l'intervista nella colonna qui a destra

Cliccando sulle foto potrete ingrandirle

Informazioni   info@marcellocominetti.com tel 3277105289

(Iscrizioni, voli aerei e polizze assicurative a cura di Tour Operator italiano di mia fiducia)